01_SLIDE_Aquilone2

DLF: un mondo di scoperte

Nel 2020 ricorrono il 95° anniversario dalla fondazione del Dopolavoro Ferroviario e il 25° anniversario dell’Associazione Nazionale DLF.
Un’associazione per il tempo libero aperta a tutti

Il Dopolavoro Ferroviario (DLF) è oggi una delle più importanti associazioni italiane nel settore del tempo libero. Presente in moltissime città con 102 Associazioni DLF territoriali, propone un’offerta di servizi moderna e concorrenziale che spazia dalle iniziative sociali ed assistenziali a quelle culturali, formative, ricreative, turistiche e sportive dilettantistiche.

Grazie alla varietà e alla qualità delle sue proposte, all’ampia dimensione organizzativa e ai circa 90.000 iscritti, il DLF rappresenta nel complesso una realtà unica, aperta a tutti i cittadini, che si colloca ai primi posti tra le strutture del tempo libero del nostro Paese.

Il DLF, dotato di propria personalità giuridica, opera in base alla legge 460/97 (organizzazioni non lucrative di utilità sociale) ed è costituito dall’Associazione Nazionale Dopolavoro Ferroviario, struttura centrale con sede a Roma, e dalle 102 Associazioni DLF territoriali.

L’Associazione Nazionale DLF coordina le sedi territoriali nella promozione e gestione delle attività dedicate al tempo libero, stipula convenzioni valide per tutti i soci e promuove progetti di solidarietà e di formazione. Tra i suoi obiettivi rientrano il sostegno alla diffusione della cultura ferroviaria (punto di forza il Progetto Scuola Ferrovia) e delle iniziative concordate dal Gruppo FS Italiane con le Organizzazioni Sindacali per i ferrovieri in servizio, in pensione e i loro familiari, come il WELFARE DLF.

In modo analogo operano le Associazioni DLF territoriali, offrendo ai propri soci convenzioni a livello locale (musei, teatri, eventi o altro), manifestazioni e iniziative di solidarietà e di formazione.

Il DLF gestisce un patrimonio costituito da beni concessi in uso dal Gruppo FS e di immobili acquistati. La parte più significativa è rappresentata dalle sedi sociali, da quasi 400 impianti sportivi, dalle sale da ballo, dai bar, dai ristoranti, dalle numerose aree verdi attrezzate, dalle case per ferie, dai cinema, dai teatri e persino da un osservatorio astronomico (Rimini). Per accrescere attrattività e competitività dell’offerta di servizi, numerosi di questi immobili sono stati via via risanati e valorizzati dalle Associazioni DLF territoriali con la collaborazione di FS e interventi di autofinanziamento.

Iscriviti al Dopolavoro Ferroviario!

Compila il modulo di iscrizione nella sede DLF più vicina e riceverai a casa una tessera digitale in formato card con un QR code che ne verifica la validità e che sarà rinnovata ogni anno al versamento della quota socialedi 12 euro. Potrai utilizzare la iTessera DLF anche con una app dal tuo smartphone o dal computer.

Possono iscriversi al DLF non solo i ferrovieri in servizio o in pensione e i loro familiari ma anche tutte le persone che sono interessate a partecipare all’attività associativa (soci frequentatori).

Ci si iscrive nelle sedi territoriali del DLF. La tessera dà diritto a partecipare alle attività organizzate sul territorio, a usufruire degli sconti previsti dalle convenzioni, delle offerte di viaggio e delle strutture sportive, ricreative e turistiche.